31 ottobre 2014

Classe minerale: ossidi, gruppo dei quarzi
Formula chimica: SiO2+Na2(Mg,Fe,Al)5 (OH/Si4O11)2+P
Sistema cristallino: trigonale
Processo litogenetico: primario
Colore: blu scuro striato

Per uno sguardo dall’alto sulla realtà

Pietra conosciuta fin dal medioevo dove le venivano attribuiti poteri di protezione dai demoni e dal malocchio.

È un cristallo molto energetico e potente, lavora sul 1° e sul 5° chakra. Fa vedere la realtà da un punto di vista superiore, come dagli occhi di un falco che vola alto. Permette quindi di valutare gli eventi della vita da un’altra prospettiva e di percepirli come parte di una realtà più ampia. Ci insegna ad osservare ed a trarre insegnamento dalla realtà che ci circonda. Utilissimo se si sta seguendo un percorso di crescita spirituale.

La sua azione sul 5° chakra permette di prendere la giusta distanza dai propri sentimenti producendo un bilanciamento di tutto il campo emotivo.
Rende decisi, facilitando chi deve fare delle scelte.

Secondo la tradizione, dal punto di vista fisico, allieverebbe i sintomi dei dolori. Agirebbe producendo un rallentamento dell’energia, così potrebbe rivelarsi utile per stati di nervosismo e tremori. Ridurrebbe l’iperattività delle ghiandole ormonali. È una pietra molto forte è quindi bene usarla per periodi brevi.

Si può indossare come ciondolo, oppure come braccialetto montato con altre pietre che ne alleggeriscano l’azione, come ad esempio il quarzo ialino o citrino.

Utile da usare durante la meditazione posato sui chakra corrispondenti, in particolar modo per beneficiare della sua azione in campo psicologico o spirituale. Si purifica su una drusa di quarzo ialino, si ricarica alla luce indiretta del sole.